Stay Connected

Un tocco Vintage

Un tocco Vintage

La nostra casa cambia con noi: se i nostri gusti, in tema arredo, cambiano, allora, molto probabilmente, questo potrebbe ripercuotersi sulle scelte in tema fatte in passato. Se, ad esempio, ci siamo stufati dello stile moderno che avevamo scelto, possiamo decidere di inserire alcuni elementi vintage, oggetti e mobili iconici che ci possono far riscoprire l’atmosfera e le emozioni di anni passati.

Questo mix and mach tra passato e presente donerà calore e fascino alla nostra casa, regalerà una storia unica e personale ricca di carattere ad ogni ambiente.
Vintage è una parola francese che indica i vini d’annata di pregio; un oggetto, quindi, per potersi fregiare dell’attributo vintage deve avere almeno vent’anni di vita, deve essere prodotto con materiali di alta qualità e deve aver segnato a tal punto la cultura e il costume da essere considerato inimitabile e prezioso.

Possiamo scegliere di inserire piccoli complementi d’arredo o mobili di grandi dimensioni, facendo sempre attenzione a non esagerare con la quantità di elementi vintage per non creare un indesiderato effetto caos. Occorre, inoltre, prestare attenzione su come posizionarli adeguatamente in modo che abbiano il giusto respiro e che possano spiccare nel contrasto con il contemporaneo.
Scegliete un’epoca di riferimento per gli elementi vintage in modo che ci sia coerenza ed equilibrio, optando, ad esempio, per elementi dal design leggermente bombato in delicati colori pastello per un tocco anni ’50 o arredi lucidi, dai colori accesi e fantasie geometriche, per oggetti anni ’70.
In salotto potete collocare un tavolo antico, magari accostandolo a delle sedie moderne, oppure la madia in legno della nonna, una vecchia radio funzionante o una lampada segnata dalla patina del tempo. In cucina potete optare per un vecchio lavello, esporre la collezione di piatti antichi oppure riconvertire una teiera datata in a vaso per piante. Per il bagno potete scegliere uno specchio vintage oppure potete provare a trasformare una vecchia credenza in mobile per il lavabo.
Per quanto riguarda la camera da letto potete utilizzare dei vecchi bauli come comodini oppure decorare una parete della stanza con dei quadri d’epoca o, ancora, optare per una poltrona in velluto creando un comodo angolo lettura.

Se non avete la fortuna di essere venuti in possesso, magari come regalo o lascito di qualche parente, di un oggetto vintage, allora potete cercarlo online su siti di modernariato specializzati nel settore o, meglio ancora, nei mercatini dell’usato della vostra città/paese. In tal caso vi consigliamo di controllare, prima di concludere un eventuale acquisto, che il mobile abbia mantenuto intatte le sue qualità e la sua fattura, controllando i materiali (legno, viti, chiodi) utilizzati, le varie imperfezioni che presenta e i segni del tempo che potranno indicarne l’età, facendo attenzione a non confonderlo con un arredo retrò che, invece, copia lo stile e il design di quelli vintage.

PRENDITI CURA DI… MOBILI E ARREDI

Per la pulizia quotidiana di tutte le superfici in legno utilizza Emulsio SplendiLegno con Olio di Cedro: pulisce e nutre il legno, preservandone il colore originario e la brillantezza nel tempo.
Per prenderti cura dei tuoi mobili antichi utilizza Emulsio CuraLegno. La sua esclusiva formulazione in crema, ricca di cera d’api e facile da applicare, nutre in profondità il legno e lo protegge da polvere e tarli preservando nel tempo la naturale bellezza dei mobili
EMULSIO É CURA. E IL PULITO DURA.

SCOPRI I PRODOTTI

You may also Like

Arreda con l’armocromia

Arreda con l’armocromia

gennaio 19, 2021
Trend terrazzo

Trend terrazzo

ottobre 19, 2020
Arredi in bianco e nero

Arredi in bianco e nero

marzo 16, 2020

Leave a reply

×