Stay Connected

Guida alla scelta della lampada a sospensione

Guida alla scelta della lampada a sospensione

Quando arriva il momento di scegliere l’illuminazione artificiale per illuminare un locale della nostra casa, la scelta deve ricadere su lampade in grado di fornire la luce adeguata e che diano valore aggiunto all’arredamento.
Nella scelta di una lampada a sospensione, infatti, occorre considerare, oltre al suo design, il materiale e le sue dimensioni, se è adatta a soddisfare il suo scopo (illuminare nella maniera adeguata) a seconda della sua collocazione (sopra il tavolo da pranzo, nell’angolo relax o al centro della camera da letto).
Questo tipo di lampade, oltre ad essere funzionali, possono essere anche minimali e discrete (ne sono un esempio quelle realizzate in vetro) seguendo le linee stilistiche del vostro arredo oppure possono avere un ruolo da protagonista. In tal caso è consigliabile giocare sui contrasti, abbinando texture e colori di arredi tradizionali con lampade in metallo o in plastica dalle forme innovative.

Il lampadario, soprattutto se di design, finirà per diventare l’indiscusso protagonista del locale, parte integrante della sua decorazione in grado di focalizzare gli sguardi dei presenti, sia da spento che da acceso.
Nella scelta della lampada a sospensione, giocano un ruolo importante le dimensioni del locale: dovranno infatti essere proporzionate allo spazio che li ospiterà o rischieranno di distorcerne la percezione compromettendone l’armonia. Ad esempio, non optate per una lampada troppo grande per un locale piccolo, non fissatela né troppo in basso in un punto di passaggio, rischiando di colpirla, né troppo in alto se non volete che il fascio di luce arrechi fastidio agli occhi.
Un fattore molto importate nella scelta di una lampada è anche il materiale con cui è realizzata: il legno, ad esempio, tende ad assorbire la luce mentre il metallo la riflette e questo potrebbe causare spiacevoli risultati indesiderati.

Le lampade a sospensione possono essere decentrate, soprattutto nel caso in cui decidiate, in un secondo momento, di spostare gli arredi o se non potete o volete spostare l’uscita del cavo dal soffitto nel punto desiderato. Ricordate, in tal caso, di scegliere un modello con cavo regolabile in altezza, magari accostando diverse lampade (meglio se in numero dispari per un insieme più omogeneo), poste a diversi livelli, per creare un grappolo, o una composizione più lineare in modo che la luce venga distribuita uniformemente su tutta l’area desiderata. Più sospensioni vi garantiranno una maggiore fonte di luce e una migliore valorizzazione grafica dello spazio circostante.

You may also Like

Leave a reply

×