Stay Connected

Come scegliere il top della cucina?

Come scegliere il top della cucina?

Una delle zone della casa più vissute è senz’altro la cucina. Quest’ultima dovrà essere pratica e funzionale, scelta anche a seconda delle nostre esigenze estetiche. Uno degli elementi che maggiormente caratterizza la nostra cucina è il piano di lavoro, tecnicamente definito top.

La scelta di quest’ultimo sarà davvero fondamentale, non solo perché andrà a definire l’immagine estetica del progetto, ma occorrerà anche pensare che sarà una delle aree più soggette all’usura, ai graffi e agli urti, e che andrà a contatto con alimenti, liquidi e agenti chimici per la pulizia.

Ecco quindi che servirà conoscere le caratteristiche tecniche dei principali materiali utilizzati per i top delle cucine, per individuare quello più adatto alle nostre esigenze.

Il laminato:

È un materiale di rivestimento sintetico molto diffuso, che permette tantissimi tipi di lavorazioni. Può avere diversi spessori, lo si può trovare in un’infinità di colori, sia lucidi che opachi, ruvidi o lisci e con diverse texture che possono imitare il legno, la pietra naturale o diversi tipi di materiali.  È resistente all’acqua ma non al calore ed è abbastanza tollerante agli urti e ai graffi. È inoltre facile da pulire ma si consigliano detergenti delicati e non abrasivi.

Il fenix

Al tatto è estremamente piacevole, quasi vellutato, è opaco e disponibile in diversi colori. È un materiale idrorepellente, antimpronta, facile da pulire e termo-riparabile. Essendo costituito da resine di ultima generazione, se il nostro top si graffia, potremo ripararlo semplicemente ponendo un panno umido sopra i graffi e passando sopra il ferro da stiro; il piano di lavoro tornerà nuovo!

Il quarzo

Quando parliamo di quarzo destinato ai top delle cucine si tratta di una miscela di resine, sabbie, frammenti di vetro e pigmenti colorati in differenti percentuali.

Un top in quarzo è adatto a tutti gli stili ed è sempre davvero elegante. È molto resistente ma richiede alcune attenzioni: non può andare a contatto diretto con pentole bollenti e cibi come limone e caffè che lo possono macchiare. E richiesto l’uso di prodotti delicati per la sua pulizia.

L’inox

I top in acciaio inox sono praticamente indistruttibili e resistenti a tutto, igienici e pratici ma facilissimi da graffiare! Per questo motivo è fondamentale utilizzare dei prodotti specifici che ne mantengano anche la lucentezza.

Il corian

È un materiale liscio di grande impatto visivo. Permette di creare una superficie continua e senza giunture, con elementi integrati in un unico blocco come il lavello o l’alzatina paraschizzi per esempio. Non è poroso, è facile da pulire, è antibatterico ed è molto resistente ma richiede attenzione nell’uso di prodotti specifici per la sua pulizia. Inoltre bisogna prestare attenzione a non appoggiare pentole bollenti o rovesciare acqua bollente direttamente sul materiale.

Il vetro temperato ha un effetto scenico molto particolare e moderno, è facile da pulire, non assorbe nè macchie nè sporco ed è resistente al calore.

La scelta di materiali come il marmo e le pietre naturali con le loro venature ed irregolarità hanno sicuramente un ottimo risultato estetico. Il loro vantaggio è di essere ben tolleranti al calore ma per contro sono estremamente porosi perciò dovranno essere ben trattati per renderli idonei e pratici alla nostra cucina.

Naturalmente tutti i materiali di cui vi ho parlato oltre ad avere caratteristiche tecniche ed estetiche differenti, possono variare notevolmente di prezzo l’uno dall’altro. A voi la scelta!

 

PRENDITI CURA DI… TOP DELLA CUCINA

Per la pulizia quotidiana del top della cucina affidati a un prodotto efficace sullo sporco ma non aggressivo sulle superfici. Prova il nuovo Emulsio Naturale Sgrassatore Casa e Bucato!

SCOPRI IL PRODOTTO

You may also Like

Il velluto

Il velluto

marzo 16, 2020
La scelta della libreria

La scelta della libreria

gennaio 08, 2020
Come arredare un open space

Come arredare un open space

gennaio 08, 2020

Leave a reply

×