Guida ai trend dello stile scandinavo

Guida ai trend dello stile scandinavo

Quello scandinavo è tra gli stili più amati e conosciuti dell’arredamento. Quando si parla di stile nordico vengono subito in mente ambienti dalle linee semplici e pulite, ampi spazi luminosi e mobili a portata di tutte le tasche.
E infatti lo stile scandinavo è questo, ma anche molto di più!
Al suo interno possiamo trovare diversi trend che cambiano ed evolvono negli anni, mantenendo sempre intatto il fascino originario del design nordico.
Agli inizi della diffusione dello stile scandinavo si tendeva ad abbinare a questa tendenza il total white, ma siamo ormai molto lontani da quei tempi.
Nel 2017, infatti, la parola d’ordine è calore, anche grazie alla diffusione del termine danese hygge, ormai sulla bocca di tutti. Lo stile scandinavo è perfetto per questo scopo.
Chi arreda la casa cerca soluzioni che trasmettano a chi la vive sensazioni di piacevole comfort e vuole progettare spazi nei quali raccogliersi e condividere le cose belle con amici e parenti.
Scopriamo insieme le diverse correnti dello stile scandinavo, per trovare quella più adatta a noi!

In questo articolo parleremo di stile scandinavo in versione:

  • moderna
  • minimal
  • industrial
  • vintage
  • bohemien

Stile scandinavo moderno – Un inno alla freschezza

Semplicità è il primo, grande mantra del design scandinavo moderno. Ogni cosa ha una sua funzionalità, ma non si perde mai di vista l’estetica, in una ricerca costante di equilibrio. La priorità è esaltare la praticità, senza sacrificare mai la bellezza.
Negli ultimi anni abbiamo avuto modo di vedere come questo stile sia in grado di abbinare linee pulite e una sofisticata eleganza alla comodità, senza compromettere mai il comfort.
Una corrente dalle linee delicate e dai dettagli legati alla quotidianità, applicabile in ogni stanza della casa, ma non solo. É infatti uno stile che ha conquistato rapidamente anche uffici, negozi e spazi contract proprio grazie alla sua funzionalità.
Grazie alla sua versatilità è una corrente facile da ricreare, anche all’interno di una casa già arredata precedentemente.
I colori neutri sono lo sfondo immancabile di questo stile, accompagnato da una luce chiara e naturale, quasi vibrante. Con questa combinazione ogni ambiente risulta subito più arioso e lascia spazio all’inserimento di note di colore, tramite accessori come cuscini, ceramiche o quadri.
Il legno trova nello stile scandinavo moderno un luogo nel quale esaltare al meglio le sue proprietà. Pino, faggio e frassino sono tra i legni più gettonati, soprattutto non trattati, per mantenere intatta la sensazione di leggerezza. Immancabili le piante, per portare in casa le bellezze della Natura anche in pieno centro città.
Il must have: il camino angolare. Anche in Scandinavia i moderni metodi di riscaldamento hanno preso il sopravvento sul camino tradizionale, ma la popolarità del legno e del suo calore impagabile ha fatto tornare in voga questo sistema, sia per riscaldare la casa, sia per rendere semplicemente più accogliente una stanza.
Complice l’inaspettato successo del libro “Norwegian wood. Il metodo scandinavo per tagliare, accatastare & scaldarsi con la legna”, il ritorno alla legna per scaldarsi tra l’altro sta spopolando, non solo nel Nord Europa!

Stile scandinavo minimal – Obiettivo: funzionalità

Il design minimalista scandinavo ha un pallino fisso: la funzionalità. La casa deve agevolare le attività della vita quotidiana, senza lasciarsi intralciare da un accumulo di oggetti inutili o presenti in quantità esagerate.
Spesso, in compenso, trovano spazio in questa corrente l’arte e la cultura, due elementi che hanno un ruolo molto importante in Scandinavia.
Immancabili libri e oggetti d’arte, ma molto selezionati. Se questa modalità intriga, è sufficiente iniziare con una mensola con libri selezionati accuratamente, belli non solo nei contenuti, ma anche da guardare.
Nello stile scandinavo minimal un altro aspetto fondamentale è il decluttering: ogni surplus di oggetti e accessori deve essere eliminato, per lasciare spazio a ciò che conta davvero. Ogni cosa va al suo posto, ben progettata, ma rimane in casa solo se ha una funzionalità precisa o un ruolo significativo di decorazione.
Tutti gli accessori tessili vengono usati con parsimonia, ma sono l’ideale per ottenere un notevole impatto, ad esempio tramite un tappeto colorato che definisce lo spazio della zona living, un paio di cuscini con stampe a strisce, una coperta in tonalità neutre sul divano o tovagliette sul tavolo da pranzo con motivi geometrici.
I tessuti sono leggeri, dalle stampe minimal o monocromatiche, in materiali naturali come cotone, lana e lino.
Quello minimal è uno stile perfetto per gli amanti dell’ordine e della pulizia, infatti le superfici rimangono ben organizzate e facilmente ripulibili!
I must have: il pavimento in legno bianco, lasciato libero da tappeti, in betulla o pino, per un effetto luminoso; una lampada da terra di design dalle linee essenziali e ultra moderne.

Stile scandinavo industrial – Carattere e animo urbano

Lo stile industrial sta tornando in voga e si conferma una delle grandi tendenze del 2017. Nella sua declinazione scandinava sta conquistando sempre di più il cuore degli appassionati di arredamento, grazie a una forte personalità.
Che la casa sia un loft, un appartamento o una villetta monofamiliare, questo stile dà il meglio di sé in spazi con grandi finestre e soffitti alti, ma grazie ai dettagli che lo caratterizzano può adattarsi a diverse tipologie di strutture.
Per un tocco industrial si può puntare su una carta da parati che riprenda il classico schema dei mattoni e che ricrei un ambiente urbano, quasi newyorkese. Se, tramite l’arredo, vogliamo rievocare un’aria scandinava, non faremo mancare dettagli in nero, come cornici e lampade a sospensione.
Anche la virilità dei metalli deve essere dosata con sapienza, perché se lo stile industrial puro ne vede un uso quasi smodato, nella versione nordica diventano parte integrante dell’ambiente, senza predominare e senza mai dimenticare la funzionalità, sempre a portata di mano per la vita quotidiana.
La forza del legno, qui nelle sue versioni più scure e decise, è perfetta per i pavimenti che, nello stile scandinavo industriale, giocano un ruolo fondamentale creando lo sfondo ideale per un arredamento dal sapore metropolitano.
I must have: una poltroncina in metallo, dallo schienale geometrico; un tavolino di design con struttura in metallo e piano in legno.

 Stile scandinavo vintage – La tradizione per la casa moderna

Lo stile scandinavo ha una lunga storia, basata su semplicità, bianchi vibranti, colori naturali e dettagli folkloristici. In questo caso omaggiamo i popoli scandinavi di un tempo con un arredamento basato sulla praticità attuale, abbinata a una bellezza che profuma di passato.
Mobili in teak, sedie in rattan, vecchie stampe, oggetti d’epoca per un uso pratico – ad esempio in cucina -, oggetti di recupero, magari legati a una propria passione. Sono solo alcuni degli elementi che si possono inserire in una casa che vuole riprendere lo stile scandinavo vintage.
Ma dove trovare queste cose? Di solito, è sufficiente visitare i mercatini e i negozi di antiquariato, ma a volte non si hanno tempo, voglia o soldi per girarli alla ricerca del particolare perfetto.
Niente paura, in questo caso è possibile trovare riproduzioni fedeli di mobili e accessori vintage anche nei negozi di mobili moderni, o tramite lo shopping più comodo di tutti, ovvero quello online!
Una ricerca che può valere davvero la pena, poiché questo stile, inserito in un contesto moderno, crea un mix & match particolare che dona molto carattere e personalità alla casa.
Una cosa da ricordare i: si vuole ottenere uno stile dal sapore retrò, non un museo. Anche se si cerca un’atmosfera vintage è importante non farsi ingannare dall’accumulo di oggetti del passato, ma trovare un compromesso con il look moderno, senza lasciarsi sommergere da troppi oggetti o dettagli.
Ricordiamo infatti che, ad esempio, gli oggetti d’epoca spiccano al loro meglio in un ambiente moderno con linee dritte e pure o, in contrasto, con una parete dalle tonalità neutre.
I must have: uno sgabello girevole in legno e ferro, anche da lavoro, in perfetto stile anni ’50; una credenza di recupero in legno bianco decapato, soprattutto se si è appassionati di fai da te.

Stile scandinavo bohemien

Parola d’ordine? Osare! Lo stile scandinavo bohemien è la fusione più di tendenza tra mood moderno e tradizionale, con un pizzico di etnico. Infatti non certo è un segreto che molti designer scandinavi subiscano il fascino dell’esotico e dei Paesi del Sud.
Una caratteristica che ritroviamo nelle loro creazioni e negli arredamenti di questo genere con materiali come la pelle (o ancora meglio finta pelle ecologica) e dettagli “rubati” ad altri stili, come un tappeto marocchino, una sedia vintage o un pezzo curioso, magari trovato in un mercatino dell’usato.
In questo stile è preferibile puntare su tessuti in materiali e colori naturali, dalla trama quasi grezza, su fantasie colorate che evochino luoghi dall’altra parte del mondo e particolari inaspettati. Gli elementi rustici si combinano con fantasie geometriche, vasi minimal vengono accompagnati da stampe anni ’20.
Lo stile scandinavo bohemien ovviamente è perfetto per artisti e anime creative. Una scelta per chi ama osare nell’arredamento e nella vita con scelte stilistiche azzardate, ma spesso, proprio per questo, gradevoli e originali. I risultati in questo caso parlano da soli: un’esplosione di colore e personalità per una casa unica.
I must have: una base bianca o molto chiara, per non sovraccaricare l’ambiente e dare la giusta importanza agli elementi di natura eclettica che andremo a inserire; un pouff etnico in tessuto intrecciato a mano, preferibilmente proveniente da un commercio equo e solidale, per combinare estetica ed etica!

Diverse correnti, tre punti in comune

Nonostante le diverse correnti della tendenza scandinava, abbiamo anche selezionato tre punti in comune che caratterizzano lo stile del Nord Europa.

Natura

Gli scandinavi sono grandi amanti della natura e, oltre a essere molto attenti dal punto di vista ecologico-sostenibile, amano vivere l’outdoor. Infatti, appena le condizioni climatiche lo consentono escono fuori di casa per andare in bici, fare lunghe passeggiate o, semplicemente, godersi le bellezze delle loro terre.
Questa passione per la vita all’aria aperta entra anche in casa grazie ai materiali naturali.
Il legno è sempre il grande protagonista, a prescindere dal trend specifico. Mobili e accessori in questo materiale regalano subito all’ambiente un calore inimitabile.
Non devono mai mancare anche le zone di verde con piante vere, anche nell’appartamento più piccolo.

Luce

Sarà perché è un argomento molto sentito nel Nord Europa, ma la luce è un punto chiave dello stile scandinavo.
L’illuminazione naturale va sempre preferita a quella artificiale, ma non mancano lampade di design, punti luce strategici per valorizzare gli ambienti e renderli accoglienti in ogni momento della giornata.
Qualche consiglio? Lampade a sospensione sopra il tavolo da pranzo, da terra nella zona living, ma anche in camera da letto, faretti dal look un po’ retrò o anni ’70 nello studio.

Tessuti

Tende, tappeti e i tessuti in generale caratterizzano lo stile scandinavo con grafiche caratteristiche. Possiamo aggiungere una nota di colore in una zona dalla tonalità troppo neutra e puntare su fantasie classiche, ispirate alla natura e agli animali.
Se si preferiscono le grafiche moderne nessun problema: quelle dello stile scandinavo hanno colori vibranti e giocano su contrasti quasi pop, per andare incontro ai gusti di tutti.
Sul mercato è possibile trovare questo genere di tessuti presso note catene di distribuzione o tramite brand scandinavi, che hanno fatto di questa tipologia di tessili il loro punto di forza.

Colori di base neutri

La base, nell’arredamento, è come una tela bianca per l’artista, sulla quale poter lavorare. Se si parte da colori neutri infatti sarà più facile inserire gli elementi stabiliti e dare spazio allo stile scelto, con la possibilità di poter fare affidamento su mobili, accessori e dettagli colorati, dalle fantasie più in sintonia con la corrente di nostro gusto.
Se i muri bianchi proprio non piacciono, si può ricorrere a palette chiare, dai colori neutrali, con un effetto delicato, o lasciare tutto bianco a eccezione di una parete, che andremo a colorare di una tonalità vibrante, che catturi l’attenzione. Una scelta particolarmente adatta per lo stile scandinavo moderno e bohemien.

In conclusione

Lo stile scandinavo permette di giocare con diversi mood, così da poter ritrovare nella stessa casa elementi del vintage combinati con l’industrial o il moderno. Non bisogna aver paura di sperimentare e osare un po’, seguendo sempre i propri gusti, senza lasciarsi incantare dalle mode passeggere.
Il design nordico lascia spazio a tutti, ora è il tuo turno!

PRENDITI CURA DI… PAVIMENTI IN LEGNO

Per la pulizia quotidiana dei pavimenti in legno o parquet utilizza sempre un detergente neutro. Il Ravviva Parquet è ideale per la pulizia e la cura di tutti i tipi di parquet e delle superfici in legno, anche per piccole superfici come porte, battiscopa, stipiti e davanzali.

SCOPRI IL PRODOTTO

Inoltre, se hai un parquet verniciato, la cera è il prodotto ideale per contribuire alla protezione e alla bellezza del tuo pavimento. La Cera Facile Parquet utilizzata regolarmente, distende sulla superficie trattata un film protettivo in grado di difendere il tuo pavimento dai segni del tempo (ad esempio: graffi, macchie, abrasioni) preservandone la naturale brillantezza e facilitandone la pulizia quotidiana. Facile e veloce da stendere, non richiede l’uso della lucidatrice.

SCOPRI IL PRODOTTO

You may also Like

Leave a reply